Prenota una guida ufficiale professionale che sia in grado di accompagnarvi tra calli, canali e campielli alla scoperta delle meraviglie e dei segreti di Venezia.

Qui di seguito un breve elenco dei principali tour ed escursioni. Per qualsiasi informazione o delucidazione contattate telefonicamente o via mail le guide turistiche anche se avete in mente un tour diverso da quelli da noi proposti.

Naturalmente non è possibile racchiudere nello spazio di un sito, o addirittura di poche righe, l’immensa varietà di luoghi e itinerari possibili! Venezia è una piccola città, ma è una specie di scrigno che contiene tanti gioielli.

Partite assieme a queste fantastiche e preparate guide alla scoperta delle perle della laguna!

Guest Book

Ciao Natalia,
grazie ancora per lo splendido tour di domenica – tutti entusiasti!
Rossana v.

Carissima Natalia,

grazie inifinite per la bellissima e interessante giornata di ieri… grazie per la gentilezza e la comptenza, ha interpretato benissimo le nostre richieste.. tutti molto soddisfatti ed in attesa della prossima visita.

Maria Eugenia

Liebe Martina!
Nochmals vielen Dank für den netten Tag den wir miteinander verbracht haben. Sie haben den Ablauf des Tages hervorragend organisiert.  Wir haben sehr viel Neues gesehen und von Ihnen viel von Ihrem großen Wissen mitgeteilt bekommen.

Peter und Christine
Carissima Natalia,

grazie per tutto ciò che ci hai fatto scoprire.
Il tuo sapere , trasmesso cosi gentilmente e appassionatamente, ci accompagnerà per molto tempo.

Francesca e Roberto C. 

Signora Natalia,

per prima cosa voglio ringraziare per avermi fatto partecipare all’escursione a Venezia per visitare la Chiesa di San Marco. Non avrei mai pensato di vedere una meraviglia così eclatante : un colpo d’occhio su tutto quell’oro lucente emerso dall’oscurità!
Brava la guida.

Un capolavoro che mi rimane nel cuore.
Saluto e ringrazio

C.RIGO

Cara Natalia,

volevo ancora ringraziarTi per la professionalità e dedizione con cui ci hai accompagnato nei giorni trascorsi a Venezia.
Colgo l’occasione per chiedere il Tuo indirizzo perché il Presidente gradiva omaggiarTi di un libro che, spera, potrà essere di Tuo gradimento.

Un caro saluto

Sarah

Sehr geehrte Frau Dr. Spolador,

herzlichen Dank! Ihre Führung am heutigen Freitag hat uns sehr gefallen.
Anbei das Foto der „tanzenden“ Natalia.

Herzliche Grüße

Ihr Bernd

Bonjour Madame Spolador,
Vous avez contribué à faire apprécier Venise à nos vingt adolescents sous ses plus beaux atouts! Votre passion et votre élégance ont ajouté à votre discours.

Recevez mes salutations distinguées et mon merci bien chaleureux au nom de tout le groupe.

Reinelde Québec

Cara Natalia,
non posso non farti i miei complimenti per la bellissima giornata che ci hai fatto trascorrere.
La tua città merita solo una guida come te !

un abbraccio

Susanna

Dear Martina,
You absolutely MADE our five days in Venice the most enormous fun – such a varied itinerary – and we all came to the conclusion that there is nothing you don’t know about.
Sunshine too – it was a truly memorable holiday for everyone and so again a HUGE thank you for all the organisation and planning and hard work you put into it.

Jan and Julian

Dear Martina, we really had the most wonderful time in Venice and much of this enjoyment was as a result of your excellent guiding us around the churches, gardens and fascinating places. You were so kind to us and patient with all our questions.
Thank you so much for all your work in not only guiding us but choosing some wonderful restaurants.
We will have happy memories of our visit. Best wishes.

Nicholas & Anne

Liebe Martina, Wir möchten uns nochmals bei Ihnen für die sehr interessanten und angenehmen Führungen bedanken.

Carmen und Olaf

Dear Martina, A short, but none the less sincere “Thank You” for the most fantastic 3 days that we spent in your company and under your spell earlier in this month.

Timothy

Ciao Martina volevo farti i complimenti per la simpatia, spontaneità e “venezietà” con cui hai fatto conoscere la tua città a noi “foresti” della terraferma !!!!
Oltre che preparatissima, hai saputo rendere leggera e affascinante la spiegazione, cosa che non tutte le guide sanno fare…..COMPLIMENTI !!! Sicuramente, se ci capiterà di organizzare ancora Venezia ti contatterò di nuovo pe nuovi itinerari, per ora grazie per la tua pazienza e disponibilità.

Morena

Buongiorno,

volevo complimentarmi con lei per la bellissima serata trascorsa sabato 28 marzo 2014 a Venezia.

Cordiali saluti

Tiziana
Ciao Natalia!

Ti ringrazio moltissimo, a nome mio personale e della mia famiglia (mia mamma, mio marito, mia cognata e mio cognato) per la bella opportunità che ci hai offerto domenica con quel bellissimo giro!
Sapevo che tu fossi brava e professionale, ma lo sei ancora di più!!!! Complimentissimi!!!!! Per la preparazione, il modo accattivante, la bellissima voce e…l’impeccabile eleganza! Sei bella e brava!

Grazie ancora e tanti, tanti complimenti!
Salutoni

Paola
Liebe Frau Dottoressa Spolador,
nochmals möchten wir Ihnen versichern, daß unsere Kursteilnehmer ausnahmslos begeistert waren von Ihren profunden Fachkenntnissen und den Vorträgen, die Sie uns mit so großem Engagement und Charme geboten haben!
Eine bessere Botschafterin der Serenissima als Sie ist kaum denkbar. Für Ihre Arbeit wünschen wir Ihnen weiterhin viel Freude und Erfolg.

Herzliche Grüße

Gerd und Ingeborg

Bonjour Natalia,
un petit mot pour vous dire le plaisir que vous avez su nous faire partager de cette histoire extraordinaire et de ces beautés uniques de la Sérénissime.
Stéphanie et moi garderons un souvenir inoubliable de ces 4/5 jours qui nous ont plongé dans un état d’émerveillement permanent.
Merci de nous avoir communiqué un peu de votre amour pour cette ville et son histoire,
Comme vous avez pu le comprendre, nous espérons revenir pour en découvrir d’autres facettes,
Bien à vous,

Laurent Lecouturier

Buona sera Sig.ra Natalia,
siamo il gruppo di Lodi e volevamo ringraziarLa per lo splendido pomeriggio trascorso insieme.
Abbiamo apprezzato molto la Sua disponibilità, competenza e preparazione.
Venezia è sempre una bellissima città… certamente i nostri bambini hanno vissuto un’esperienza indimenticabile…
Nell’attesa di ricevere la Sua proposta per conoscere una Venezia in un modo un po’ diverso, Le inviamo i nostri cordiali saluti.
Carolina, Lorena, Maddalena, Morena, Paola, Dario, Giuseppe, Massimo, e i piccoli: Giulia, Luca, Luca, Nicolò e Noemi.

Gent.ma Natalia,
volevo ringraziarti ancora per ieri: è stata proprio una bellissima escursione e tutti ne sono rimasti contenti. Il tempo è stato splendido, non ci sono stati intoppi, tutto è filato liscio, i bambini non hanno combinato nessun guaio, abbiamo visto tante cose belle e interessanti e anche noi siamo state davvero bene. Tu, del resto, meriti un sacco di complimenti, perché sei una fantastica guida e anche un’ottima organizzatrice.
Grazie e… a buon rivederci!

Dely

Alcuni itinerari turistici interessanti a Venezia

PALApalazzo-ducale-e-basilica-di-san-marcoZZO DUCALE E BASILICA DI SAN MARCO
Una visita imperdibile per comprendere la grandezza della Repubblica di Venezia e conoscerne la storia: Palazzo Ducale, residenza del Doge, sede del governo e delle magistrature, ospitava anche sale d’armi, tribunali e prigioni. La Basilica di San Marco, in cui sono custodite le spoglie di San Marco Evangelista, per secoli cappella privata del doge, è oggi la cattedrale della città: mille anni di storia, arte e devozione religiosa sono concentrati in questo luogo illuminato dall’oro dei suoi mosaici.
ITINERpalazzo-ducale-venezia-itinerari-segretiARI SEGRETI DI PALAZZO DUCALE
Palazzo Ducale non è solo il fasto delle sale istituzionali e degli appartamenti ducali, ma anche gli Uffici della Cancelleria segreta, la Camera del Tormento e i famigerati Piombi, le prigioni nel sottotetto del Palazzo. Attraverso un labirinto di locali e corridoi angusti si possono vedere anche la cella in cui fu rinchiuso Casanova e il soffitto a capriate dell’immensa Sala del Maggior Consiglio.
DA SANsan-marco-rialto-venezia-venice MARCO A RIALTO
Nel corso della millenaria storia della Repubblica di Venezia Piazza San Marco ha sempre rappresentato il cuore della vita politica, religiosa e sociale.
Partendo da questo luogo, circondato da bellezze architettoniche quali la Basilica di San Marco, Palazzo Ducale, la Libreria Marciana, il Campanile e la Torre dell’Orologio, questa passeggiata conduce tra calli, campi, ponti e canali alla scoperta di affascinanti angoli sconosciuti, senza però tralasciare anche i luoghi più famosi, tra cui il Ponte dei Sospiri e Rialto, il più antico ponte sul Canal Grande.
FRARI E Sfrari-san-rocco-venice-italyAN ROCCO
Santa Maria Gloriosa dei Frari è una splendida chiesa francescana che, nel corso dei secoli è stata arricchita da innumerevoli opere d’arte che vanno dalla scultura di Donatello fino a Canova e dalla pittura trecentesca di Paolo Veneziano alle opere dei grandi maestri del Rinascimento veneziano Bellini e Tiziano. A pochi passi dai Frari si trova la Scuola di San Rocco, prestigiosa sede della confraternita per la quale Tintoretto, lavorandovi a più riprese nel corso di vent’anni, creò il suo capolavoro, un immenso ciclo di teleri nei quali raffigurò le storie dell’Antico e Nuovo Testamento.
LE GALaccademia-venezia-italia-accademia-venice-italyLERIE DELL'ACCADEMIA
E’ la più grande collezione di pittura veneziana; nelle sue sale si possono ammirare i grandi capolavori dei pittori veneziani: dalle tavole bizantineggianti dei maestri del ‘300 fino alle vedute settecentesche, passando attraverso il trionfo del colore degli artisti del Rinascimento veneziano con i capolavori di Bellini, Giorgione, Tiziano, Tintoretto e Veronese.
I RUSSIturisti-russo-venezia-italy-venice-italy A VENEZIA
Passeggiando tra le calli di Venezia si ripercorrono i luoghi frequentati dai più famosi personaggi russi a Venezia: Ciajkovskij, che qui ha composto la IV sinfonia, Aleksander Trubetskoj, proprietario per un periodo della Cà d’Oro, Iosip Brodskij, con la sua “Fondamenta degli Incurabili”, i caffè e i ristoranti da lui più amati ed infine il cimitero sull’isola di San Michele, dove sono sepolti, oltre a Brodskij, anche Djaghilev e Stravinskij.
GLI ARarmeni-venezia-venice-italy-tourism-touristsMENI A VENEZIA
La Repubblica Serenissima è stata partner privilegiato degli Armeni fin dal Medioevo.
La storia di queste secolari intense relazioni può essere ripercorsa visitandone i luoghi: la chiesa di Santa Croce, l’imponente palazzo Ca’ Zenobio ed infine l’isola di San Lazzaro degli Armeni, con la sua ricca collezione di dipinti e di manoscritti antichi.
IL GHETTghetto-venice-italyO
Nel 1516 il Governo della Repubblica di Venezia assegnava agli Ebrei un luogo di residenza forzata: veniva così inaugurato il primo Ghetto della storia.
Segregata ma anche protetta da attacchi esterni, sul suo “isolotto” la comunità ebraica ha costruito, oltre alle proprie abitazioni, le sue sinagoghe, tuttora visitabili.
GRECI greci-dalmati-venice-italyE DALMATI
Le comunità greca e dalmata, con le quali la Repubblica di Venezia ha sempre intrattenuto relazioni commerciali, hanno lasciato a Venezia nelle zone di insediamento delle relative popolazioni importanti testimonianze della propria cultura: la chiesa ortodossa di San Giorgio dei Greci, la collezione di icone bizantine e la Scuola di San Giorgio degli Schiavoni con i capolavori di Vittore Carpaccio.
CHIESchiese-venezia-italiaE VOTIVE
Alla fine dell’epidemia di peste che nel ‘500 causò la morte di circa 60 mila cittadini fu realizzata dall’architetto Andrea Palladio una chiesa votiva dedicata al Santissimo Redentore e da allora ogni anno durante il terzo sabato del mese di luglio, il Doge con il Patriarca insieme a tutta la popolazione andavano in processione e festeggiavano tutta la notte su barche ormeggiate davanti all’isola della Giudecca. Lo stesso accadde nel ‘600 quando l’allora Doge alla fine della peste del 1631 commissionò Baldassare Longhena di erigere una chiesa votiva dedicata alla Madonna della Salute. Ancora oggi i veneziani vanno in processione alla Salute il 21 Novembre.
GLI ORordini-mendicanti-venezia-italia-turismoDINI MENDICANTI
Gli ordini mendicanti hanno sempre avuto una grande importanza in Italia a partire dal ‘200. A Venezia le chiese più importanti legate agli ordini dei mendicanti francescani e domenicani sono la chiesa di Santa Maria Gloriosa dei Frari e quella dei SS. Giovanni e Paolo, entrambe splendidi esempi di architettura gotica duecentesca. All’interno della chiesa dei Frari si possono ammirare le pale d’altare di Giovanni Bellini e di Tiziano Vecellio, mentre la chiesa domenicana è sempre stata considerata il pantheon dei Dogi e di altre personalità veneziane importanti che sono stati sepolti al suo interno.
LE Sgrandi-scuole-venezia-gite-turismo-vacanzeCUOLE GRANDI
Dal 1261 vennero create a Venezia le Scuole grandi, confraternite laiche con scopi devozionali e di assistenza. Le Scuole si dividevano in grandi e minori, confraternite di arti e mestieri e in scuole dove si riunivano le comunità straniere che vivevano a Venezia. Le Scuole grandi erano 7 e utilizzavano come sede imponenti edifici decorati al loro interno con dipinti di famosi pittori veneziani come Tintoretto, Vittore Carpaccio o Tiepolo.
I Ggiardini-a-venezia-gardens-in-venice-italyIARDINI A VENEZIA
Non tutti sanno che Venezia è conosciuta anche per i suoi oltre 500 giardini di piccole e grandi dimensioni che si nascondono dietro le alte mura lungo i canali e le calli. Il visitatore viene portato alla scoperta di alcuni giardini privati che si trovano all’interno di palazzi storici veneziani.
PALpalazzi-venezia-palace-in-venice-italyAZZI PRIVATI
Avete sempre desiderato vedere cosa si nasconde dietro alle facciate dei palazzi che si vedono lungo il canal grande? Con questo tour è possibile perché vi porteremo a scoprire alcuni palazzi privati e a conoscerne i proprietari, vi racconteremo le curiosità e le leggende che si sono susseguite nei secoli e che ancora caratterizzano i palazzi.
ARTartigiani-veneziaIGIANI A VENEZIA, ALLA SCOPERTA DI ANTICHI MESTIERI
Gli artigiani di Venezia sono persone uniche e preziose che ancora oggi ci tramandano l’arte degli antichi mestieri che sono stati di fondamentale importanza nella storia della Repubblica veneziana come il mascheraio, il maestro d’ascia che costruisce le gondole, il maestro vetraio, il maestro mosaicista, i tessitori dei panni si seta, il battioro.
Fuori dai percorsi turistici abituali si possono ancora incontrare questi maestri che lavorano con grande dedizione e passione.
TEATteatri-venezia-theaters-in-veniceRI
Da sempre Venezia ama il teatro; la città stessa si presenta come una quinta teatrale e su questo scenario ecco sorgere i primi teatri come quelli di San Cassiano e di San Samuele, oggi non più esistenti, se non nella toponomastica. Rimane il teatro “la Fenice” , suggestivo luogo per il quale i grandi maestri Verdi e Strawinski composero delle opere.
OSPEDserenissima-venezia-venice-italyALETTI
Nel periodo della Serenissima sorsero delle istituzioni particolari, cioè gli ospizi per l’infanzia abbandonata, dove le orfane venivano educate al canto e alla musica. Suggestiva la visita alla chiesa della Pietà, con le sue cantorie e il suo museo. Qui insegnò anche Antonio Vivaldi, mentre un altro suo contemporaneo Baldassarre Galuppi insegnò all’Ospedaletto , dove si può visitare la sala della Musica.
RICHArichard-wagner-venice.italy-veneziaRD WAGNER
Richard Wagner amò moltissimo la città , vi soggiornò più volte e si spense proprio a Venezia. Una passeggiata attraverso i luoghi da lui frequentati , dall’hotel Danieli alla sua ultima dimora, passando per San Marco e per la chiesa dei Frari , ci permetterà di rivivere i suoi pensieri e i suoi stati d’animo.
GIUDgiudecca-venice-italyECCA
Isola unita a Venezia solo una volta l’anno, quando viene costruito un ponte su barche che collega le due sponde della città; una passeggiata permette di scoprire un mondo particolare fatto di chiese e di ricordi di industrie del passato.
CANNcannaregio-venezia-venice-italyAREGIO
Sestiere particolare, venezianissimo pur con tutti i cambiamenti avvenuti nel XIX secolo. Qui sorse il primo Ghetto della storia, ma anche luogo dove coabitavano mercanti provenienti da varie zone, dagli “Ormesini” agli Spagnoli, ai Francesi ai Tedeschi , una vera e propria Babele di lingue e popoli.

SAN POsan-polo-venice-italyLO
Rialto è sempre stato il cuore commerciale di Venezia, attorno al quale sorsero anche zone frequentate un tempo dalle famose cortigiane veneziane. Il suo ponte diviso fra i sestieri di san Marco e san Polo offre una vista straordinaria sul Canal Grande.

SANTA Csanta-croce-venezia-italiaROCE
Porta d’ingresso per chi arriva dalla terraferma; antica sede di manifatture laniere dove però emergono edifici di straordinario valore . Ci si allontana dalle calli più frequentate per scoprire luoghi incantevoli, come il campo san Boldo o il campo san Giacomo dell’Orio.
DORSOdorsoduro-venezia-italiaDURO
Nel sestiere di Dorsoduro è concentrata una serie di musei che vanno dalle gallerie dell’Accademia alla fondazione Guggenheim e Francois Pinault. Le Zattere sono inoltre per i Veneziani uno dei luoghi più amati per le passeggiate . Dorsoduro rappresenta veramente un legame tra la Venezia di un tempo e quella presente.

SAN MAsan-marco-st-mark-square-venice-italyRCO
E’ il cuore pulsante della città, una passeggiata attraverso la piazza e i campi del sestiere , vi faranno conoscere il fasto della repubblica Serenissima: palazzo ducale, la Basilica di San Marco, ma anche calli, sotoporteghi, scale, teatri , fino a Rialto, il cuore economico di Venezia.

CASTELLcastello-venice-italyO
Il sestiere più orientale della città, con imponenti edifici e strutture architettoniche che vanno dall’Arsenale alle grandi chiese di San Giovanni e Paolo e San Zaccaria. Castello è ancora un sestiere che ha mantenuto intatto il fascino del passato.
CANAL Gcanal-grande-venezia-grand-canal-venice-italyRANDE
E' il canale principale di Venezia che la attraversa dividendola in due parti. E' lungo quasi 4 Km, profondo 5m, inizia il suo corso a Piazzale Roma e sfocia in Bacino S.Marco. Vi si affacciano i più eleganti e prestigiosi palazzi della città che erano, ai tempi della Repubblica, la residenza e il deposito per le merci
dei ricchi e nobili mercanti veneziani.
MURANOmurano-burano-torcello-venezia, BURANO E TORCELLO
Sono le tre isole principali della Laguna Nord. Murano è una Venezia in miniatura, celebre per le sue vetrerie. Qui si può assistere al lavoro di maestri vetrai all'interno di una fabbrica del vetro. Si prosegue poi per Burano, un'isola di pescatori, con le case dai colori vivaci, famosa per la produzione del merletto, la cui tecnica si ispira alle reti da pesca. Si termina nella vicina Torcello, un luogo fuori dal tempo, immerso in una vegetazione lagunare, dove oggi vivono poco più di 10 persone. Ospita il monumento più antico della laguna: la Basilica si S.Maria Assunta.
CHIOGGIAchioggia-venezia
Al margine sud della laguna si trova Chioggia, caratteristico borgo di pescatori, che fu uno dei più importanti centri marinari dell'Adriatico. Si trova tra il mare e la laguna e ha molte somiglianze con Venezia.Passeggiando tra calli e campielli di questa pittoresca cittadina, è facile ascoltare il suono del dialetto locale e ricordare la celebre commedia di Goldoni, le “Baruffe Chiozzotte”, qui ambientata.
LIDO E PELLESTRINA IN BICIlido-pellestrina-venice-italyCLETTA
Dal Lido, S.Maria Elisabetta, si percorre il Gran Viale, si segue il lungomare dove si ammirano l'Hotel Des Bains e poi l'Hotel Excelsior oltre alle numerose ville liberty che caratterizzano il Lido. Si arriva fino alla località Alberoni, da dove ci si deve imbarcare sul ferry per Pellestrina. Si corre lungo i murazzi fino al paese di Pellestrina, caratterizzato da pescherecci e da case variopinte. Si termina all'oasi naturalistica di Cà Roman.
SAN Ssan-servolo-veneziaERVOLO
Situata in Bacino S.Marco è un'isola dalla storia millenaria. Recuperata grazie alla Provincia di Venezia, ospita un'Università Internazionale, un centro congressi e un museo.
SAN LAsan-lazzaro-degli-armeni-veneziaZZARO DEGLI ARMENI
Piccola isola situata sulla Laguna Sud. Casa madre dell'ordine dei Mekhitaristi. Uno dei primi centri del mondo di cultura armena.
LAZZARETTO NUOVOlazzaretto-nuovo-venezia
Si trova nella Laguna Centrale. Deve il suo nome all'istituzione del lazzaretto là collocato anticamente per la quarantena di uomini sospettati di contagio della peste. Dopo un periodo di abbandono l'isola è rinata grazie all'Associazione Ekos e Archeoclub Venezia.
VIGNOLE E SAvignole-sant-erasmo-veneziaNT'ERASMO
Situata nella Laguna Centrale, si presenta come un dosso sabbioso posto tra S.Erasmo e il Lido. Anticamente luogo di villeggiatura degli abitanti di Altino prima, di Venezia poi. E' considerato con S.Erasmo uno degli “orti” della laguna conosciuto per le deliziose primizie.  Si trova nel bacino centro-settentrionale. Ha svolto per secoli e ancora in parte svolge, con le Vignole, la funzione di “orto” di Venezia.
PALAZpalazzo-ducale-veneziaZO DUCALE
Una visita imperdibile per comprendere la grandezza della Repubblica di Venezia e conoscerne la storia: Palazzo Ducale, residenza del Doge, sede del governo e delle magistrature, ospitava anche sale d’armi, tribunali e prigioni.
MUSmuseo-correr-veneziaEO CORRER
Si affaccia su Piazza S.Marco e prende il nome dal collezionista Teodoro Correr che, alla sua morte, lascia molti oggetti e dipinti alla città. Di particolare interesse sono alcune sculture del Canova, la rappresentazione di Venezia di Jacopo De' Barbari del 1500, le monete, la ricca collezione di bronzetti, le sale dedicate alle arti e mestieri e la splendida quadreria con capolavori di arte veneta.
MUSEO ARCHEOLOGICO NAZImuseo-archeologico-nazionale-veneziaONALE
E' sede di un'importante raccolta di sculture antiche, fra cui notevoli originali greci, marmi, bronzi, epigrafi, una ricca collezione di monete romane, ceramiche e antichità egizie e assiroba
bilonesi. Ha origine dal lascito del Cardinale Domenico Grimani nel 1523.
LA TORtorre-dell-orologio-veneziaRE DELL'OROLOGIO
Architettura del primo Rinascimento veneziano (1496-99), progettata da Mauro Codussi. Sovrasta, come arco di trionfo in Piazza S.Marco, la lunga strada ( l'antica Merceria) che conduce a Rialto. Il grande orologio di 24 ore, di smalto blu e oro, indica le ore, le fasi lunari e i segni zodiacali. Alla sommità sono i due Mori, sculture di bronzo, che battono le ore su una grande campana.
 GALLERIE DELL'ACCADEMIAgallerie-accademia-venezia
E’ la più grande collezione di pittura veneziana; nelle sue sale si possono ammirare i grandi capolavori dei pittori veneziani: dalle tavole bizantineggianti dei maestri del ‘300 fino alle vedute settecentesche, passando attraverso il trionfo del colore degli artisti del Rinascimento veneziano con i capolavori di Bellini, Giorgione, Tiziano, Tintoretto e Veronese.
CA' REZZONICOca-rezzonico-venice-italy
E' sede del Museo del Settecento veneziano: pregevoli affreschi, collezioni di dipinti, mobili e arredo di quel secolo. E' un imponente palazzo barocco sul Canal Grande.
COLLEZIONE Gguggenheim-venice-italyUGGENHEIM
Nel 1949 la collezionista d'arte moderna americana, Peggy Guggenheim, acquista un palazzo sul Canal Grande che diventa la sua casa per 30 anni. E' ora il più importante museo italiano di arte europea e americana del XX secolo. Raccoglie la sua collezione di opere cubiste, surrealiste e dell'espressionismo astratto. Da Picasso, Magritte, Dalì a Brancusi, Ernst e Pollock, per nominare i più famosi.
PUNTA DELLpunta-della-dogana.veneziaA DOGANA
Situata, come la punta di una nave, tra il Canal Grande e il Canal della Giudecca, fu per secoli la “dogana da mar” della Serenissima. Gestita dalla François Pinault Foundation e restaurata integralmente dallo stesso Tadao Ando che aveva operato a Palazzo Grassi è ora il museo d'arte contemporanea permanente che espone tutte opere della collezione Pinault.
PALAZZO GRASSIpalazzo-grassi-venezia
Si affaccia sul Canal Grande, è stato acquistato nel 2005 da François Pinault e completamente restaurato in stile minimalista da Tadao Ando. Risulta l'ambiente ideale per esporre opere d'arte moderne e contemporanee, per lo più della collezione Pinault, in mostre temporanee.
MUSEO STOmuseo-storico-navaleRICO NAVALE
E' di proprietà della Marina Militare Italiana ed è il più importante in Italia. Si inizia con testimonianze e attrezzature della Serenissima, della Marina Militare italiana e delle altre repubbliche marinare. Una sala è dedicata al Bucintoro, la celebre barca dorata usata dal doge nelle cerimonie, un'altra ad imbarcazioni tipiche della laguna di Venezia e alle gondole in particolare.
MUSEO DEL VETROmuseo-del-vetro-venezia
E' situato nell'antico Palazzo Giustinian a Murano, antica residenza dei vescovi di Torcello. E' museo dal 1861. A parte una sezione dedicata ai reperti archeologici di vetro romano, l'esposizione racconta la storia e l'evoluzione dell'arte vetraria nel corso dei secoli.
PALAZZO MOCEpalazzo-mocenigoNIGO
Il palazzo, donato alla città dall'ultimo discendente della nobile famiglia Mocenigo, ospita il Museo del tessuto e del costume. Sono esposti preziosi capi d'abbigliamento e accessori di provenienza veneziana.
MUSEO FORTUmuseo-fortuny-venice-italyNY
Il palazzo gotico che lo ospita viene acquistato all'inizio del Novecento dal pittore, scenografo e collezionista spagnolo Mariano Fortuny come abitazione ed atelier. Viene donato dalla moglie alla città che ne fa un museo. Vi sono esposte le sue creazioni: i celebri tessuti stampati, famosi in tutto il mondo, dipinti, mobili, lampade, fotografie.
PALAZZO GRIMANpalazzo-grimani-veneziaI
Dopo lunghi anni di restauro ha riaperto al pubblico nel 2008. Dimora cinquecentesca dei nobili fratelli Grimani, è un “unicum” a Venezia per la sua originale architettura, che fonde elementi tosco-romani con l'ambiente veneziano. Di particolare interesse la tribuna, sede della raccolta archeologica dei Grimani, il cortile, la scala monumentale e gli straordinari affreschi cinquecenteschi.
 MUSEO DI STORIA NATURmuseo-di-storia-naturale-veneziaALE
Palazzo sul Canal Grande che risale al Duecento. La Repubblica nel 1621 lo destina ai mercanti turchi come residenza e magazzino per le merci. Diviene museo nel 1923. Vi è una sezione dedicata alla paleontologia con fossili e dinosauri, una dedicata agli esploratori veneziani che comprende collezioni di farfalle, insetti e pesci e un'altra dedicata alle forme e funzioni degli esseri viventi.
CA' PESAROca-pesaro-venezia
E' sede del Museo d'Arte Moderna. E' un sontuoso palazzo barocco, che ospita opere di pittura dell'Ottocento veneziano e italiano, opere delle Biennali, come la famosa Giuditta di Klimt, scultura italiana e straniera del Novecento e arte del secondo dopoguerra. Il palazzo ospita anche il Museo d'Arte Orientale, una delle più importanti collezioni mondiali di arte giapponese del periodo Edo.
CASA DI CARLO GOLcarlo-goldoniDONI
Palazzo Centanni è l'elegante palazzo gotico che fu la casa dove nacque il commediografo veneziano Carlo Goldoni. Nel 1913 diventa museo goldoniano e centro di studi teatrali. Ospita documenti, reperti, immagini, ritratti, costumi e scritti relativi a Goldoni ed alla sua produzione teatrale.
FONDAZIONE Qfondazione-querini-stampalia-veneziaUERINI STAMPALIA
Istituita nel 1869 per volere dell' ultimo discendente della famiglia, ospita un museo con oltre 300 dipinti di scuola veneta, italiana e straniera acquistati dalla famiglia nell'arco dei secoli e una straordinaria collezione di porcellane del Settecento.
 CA' D'OROca-d-oro-venezia
Uno dei più noti edifici gotici sul Canal Grande, dimora patrizia del Quattrocento. La Galleria raccoglie dipinti italiani e stranieri, marmi, bronzi, affreschi e ceramiche veneziane.
MUSEOmuseo-del-merletto-burano-venezia DEL MERLETTO
Si trova a Burano e presenta più di duecento preziosi esemplari che testimoniano l'evoluzione dell'arte del merletto a Venezia dal Cinquecento al Novecento. Vi è anche la possibilità di osservare le varie tecniche di lavorazione proposte dalle merlettaie presenti in museo.

Contatta la tua guida turistica a Venezia

Martina Boffelli
Email: martinaboffelli@alice.it
Tel: +39 3484502796

      

Ilaria Rizzardi
Email: ilariz@tiscali.it
Tel: +39 3479839551

    

Antonella Bracco
Email: antonellabracco@libero.it
Tel: +39 3474214857

    

Natalia Spolador
Email: spoladornatalia@gmail.com
Tel: +39 3459905624